Scrivere alla grande

foto_lettere_alfabeto_4

«In una proposizione, l’elemento che dà sicuramente meno problemi è il sostantivo. Non mi viene in mente neppure un caso in cui io abbia detto a uno scrittore, per quanto negato, che era un disastro con i sostantivi. I verbi sono un po’ più complicati. Verbi evocativi e pregnanti rendono più bella ogni scrittura, ma il verbo perfetto a volte è difficile da trovare e quello jolly per definizione , “essere”, offre sempre una comoda scappatoia. Gli aggettivi disposti con criterio e parsimonia possono dare sapore a una buona prosa, ma rischiano anche di distrarre. Avverbi e preposizioni sono dominio degli scrittori veramente grandi. Più gli elementi si fanno piccoli, più il talento vola alto. Come in molti altri campi – sport, alta cucina, arte – l’elemento apparentemente minuto rappresenta il vero, grande discrimine. Quando un professionista deve usare intere sequenze di preposizioni, lo fa perché non esiste altra strada. I lettori, però, non se ne accorgeranno neppure perché saranno trascinati dall’onda di quella prosa così densa e al tempo stesso fluida».

Pat Walsh

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Arti e mestieri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...