Più quattro che cinque

foto_4_pappagalli

«Molti degli aspiranti scrittori – dice Enzo Bianchi su Tuttolibri, l’inserto culturale della Stampa di sabato 6 dicembre – si cimentano con l’arte scrittoria non per diventare famosi, ma per “mettere ordine a quello che hanno vissuto”, per “aggiungere vita ai giorni vissuti”».
Sono considerazioni bellissime. E completamente false.

Basta fare un giro nei blog di scrittura per scoprire che molti esordienti scrivono per diventare famosi, per avere successo, per andare da Fazio, per non dover lavorare, per sfuggire a un’esistenza grigia, per essere ammirati.
Aspirano a creare uno zoccolo duro di potenziali lettori a cui vendere su Amazon il loro primo romanzo fantasy-horror-erotico-autobiografico; aspirano a creare uno zoccolo duro di fedeli lettori a cui vendere su Amazon il loro secondo romanzo erotico-autobiografico-horror-fantasy.

Di aggiungere vita ai giorni vissuti, di mettere ordine grazie alla scrittura non c’è traccia. Ne avrò trovati quattro o cinque. Più quattro che cinque.

Annunci

5 commenti

Archiviato in Fenomeni editoriali

5 risposte a “Più quattro che cinque

  1. Uno scrittore non ha una vita a cui mettere ordine con la scrittura, altrimenti dove trova il tempo per scrivere?

    P.S. sono proprio curioso di leggere qualche romanzo erotico-autobiografico-horror-fantasy… pensa al vantaggio: quattro al costo di uno! 😉

  2. Cavolo! E pensare che non riesco neppure a immaginarlo il romanzo erotico-autobiografico-horror-fantasy. E che nonostante tutto la mia vita rifiuta di farsi mettere a posto (al massimo riesco a incasinare anche quella dei personaggi)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...