Circolo Zuckwick

foto_gregge

E così anche Zuckerberg si fa il suo circolo letterario.

«Trovo leggere i libri molto soddisfacente per l’intelletto. I libri ti permettono di esplorare un tema, immergendoti più profondamente di altri media al giorno d’oggi. Quindi ho deciso di mettere più libri nella mia dieta quotidiana di media».

Bella affermazione da parte del fondatore di Facebook, che passati i trenta scopre, e ci fa sapere, che leggere un libro soddisfa molto l’intelletto. Ragion per cui con l’anno nuovo inaugura un club della lettura sul suo social network.

La sua iniziativa, «a year of books», raccoglie nelle prime ore dopo l’annuncio già 80.000 like. Tutto il mondo, o quasi, ha accolto positivamente il suo stimolo letterario: «Leggerò un libro ogni due settimane e lo potremo commentare assieme», questa la promessa-programma di Mark.

Il primo libro scelto da Zuckerberg è La fine del potere, un saggio di Moisés Naím. In poche ore dopo l’annuncio, il libro è andato esaurito in tutto il mondo, mettendo in difficoltà pure Amazon in quanto a consegne. Il che è normale, considerando i 31 milioni di fan che Zuckerberg può vantare sul suo profilo Facebook.

Qualcuno ha fatto subito notare che con questa iniziativa Zuckerberg diventa il più potente critico letterario del pianeta. Basterà che dica sto leggendo il libro X, e X diventerà un best seller all’istante. Ecco il caso in cui il virtuale cambia la realtà, e la trasforma alla velocità di un clic.

Altri, pochi per la verità, hanno definito «a year of books» un’operazione furbetta, per dare un tocco di eleganza al social network. La maggior parte dei commentatori è però rimasta favorevolmente colpita dall’idea di Zuckerberg: quando si parla di libri non ci sono controindicazioni, va tutto bene.

Ma quando tutti dicono va tutto bene, a me viene da fare il bastian contrario, quello un po’ stronzo per intenderci, che nel suo piccolo si mette di traverso per il gusto di distinguersi dall’opinione prevalente.

Che cos’è che non mi piace di questa lodevole e per niente frivola iniziativa? Il libro scelto da Zuckerberg, ovviamente, c’è da dubitarne?

Innanzitutto, lo dice lui stesso, la priorità nella scelta dei libri da commentare tutti insieme appassionatamente andrà ai temi della tecnologia, dell’innovazione, del futuro.
Speriamo che non sorgano immediatamente iniziative analoghe da parte di altre personalità famose, tipo Marchionne, che se dovesse fondare un suo club del libro si sentirebbe autorizzato a far dibattere i suoi fan su neoliberismo, relazioni sindacali e Fiat 500. Rocco Siffredi potrebbe allora parlare di Kamasutra, patatine e metodo Stanislavskij.

Ma torniamo a bomba. Chi aspetta la letteratura da Zuckerberg, intesa come luogo dell’inquietudine umana, dell’irrequietezza, credo andrà deluso. Uno che ha costruito la sua fortuna sui mi piace non è tipo da essere o non essere, da miserabili, da delitto e castigo.

Infatti il primo libro che propone nel suo club è un saggio che neanche a farlo apposta esprime la tesi più cara a Zuck perché «parla di come il mondo stia cambiando e come gli individui stiano assumendo quel potere che in passato era nelle mani di governi, militari e altre istituzioni». Guarda caso proprio la filosofia di quelli della Silicon Valley e affini.

Cari poteri forti e altre istituzioni, non rompeteci i coglioni e fateci fare i nostri affari alla grande, sfruttando il mito che l’individuo, specie se inserito in un social, è una potenza che può cambiare il mondo. Nel frattempo però lo studio, lo analizzo, lo viviseziono e rivendo i dati che elaboro su di lui ai poteri forti e altre istituzioni.

Nel dibattito aperto nel circolo letterario di Zuckerberg ci sarà un moderatore per meglio focalizzare la discussione sul libro e per tener lontani quelli che disturbano e quelli che immancabilmente vanno fuori tema.

Bravo Zuckerberg. Un suggerimento, se mi permetti: tieni lontani anche gli scrittori, non vorrei che istigassero il tuo circolo a pensare.

Annunci

4 commenti

Archiviato in Internet

4 risposte a “Circolo Zuckwick

  1. Ti ringrazio per questo post perché non conoscevo questa iniziativa e non sapevo che Mr Z avesse 31 milioni di fans. Di sicuro questa “rubrica” sarà un’operazione commerciale studiata nei dettagli e creerà bestseller discutibili, però almeno stimolerà molti alla lettura, magari anche gente che non legge da quando ha finito la scuola. Non capisco l’astio delle tue parole finali. Un mediatore è necessario secondo me, per eliminare commenti offensivi e fuori luogo, che non mancano mai, perché l’invidia rende la gente vipera. E non sono solo gli scrittori quelli in grado di pensare e commentare in modo intelligente.

    • Hai ragione Lisa, tutti possono, anzi devono, pensare in modo intelligente. E un moderatore garantisce la qualità degli interventi, ovviamente. In questo caso ho usato la parola scrittore per indicare genericamente tutti quelli che hanno ancora la fantasia di mettere in discussione il modello di sviluppo culturale, economico e sociale che si basa solo sulla completa adesione ai principi di Zuckerberg e soci. Facebook e Apple propongono, per esempio, come bonus alle impiegate la possibilità di conservare i loro ovuli per rinviare le gravidanze. Ora Zuck consiglia di leggere un libro vicino alla sua filosofia di vita, non di leggere un libro e basta. La seconda per me è libertà. La prima è solo libertà di dire mi piace o non mi piace quello specifico libro. Uno scrittore si accontenterebbe di due mondi l’uno alternativo all’altro o ne vorrebbe infiniti?

      • Scusa mi spieghi bene questa cosa degli ovuli? Li risparmiano per cosa? Se li reinseriscono dopo la menopausa? X_X

      • Credo che Apple abbia un’applicazione per smartphone adatta alla bisogna. E Facebook ha aperto una pagina ufficiale dove gli ovuli possono chiedere l’amicizia ad altri ovuli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...