Nidi di ragno

foto_alberi_alto

«Racconto non di personaggi, ma di avventure. Un ragazzo fratello di puttana scopre il mondo bestiale dell’amore e ferino della guerra e va coi partigiani, e cerca, in sostanza, la purezza, il gioco, la carità dei grandi. Grande stonatura il capitolo del commissario Kim che ragiona del distaccamento di carogne dov’è il ragazzo. Si rompe l’angolo di visuale del ragazzo, e quello di Kim commissario non è ingranato nell’avventura, è un’esigenza intellettualistica.
Inoltre sovente il mondo del ragazzo è rotto da evocazioni che sanno di sintesi lirica adulta (i passi segnati dalle pagg. 18, 38, 48, 58, 65) – qui si sostituisce al ragazzo l’autore. Non che la familiarità del ragazzo con donne, brutture, guerra ecc. sia stonato: è stonato il linguaggio che la esprime.
Ma ciò è raro. Bella invece la coerenza per cui i personaggi assurgono a casi umani, ma restano figurine (Lupo Rosso è però il più schematico e sforzato. Inoltre l’episodio dell’uccisione di Pelle – pag. 90 – non ha stile, è semplice materiale).
Bella la favola dei nidi di ragno.
Piena di vita sobria e fantastica la lingua che costruisce questo mondo di brutture e malizia e giochi.
È senza dubbio il primo racconto che a mio parere faccia poesia dell’esperienza partigiana, e ciò per virtù anzitutto del punto di vista – l’avventura del ragazzo.
È senz’altro da stampare nei N. C. (“Narratori contemporanei”). Si spera che tutti siano d’accordo».

Cesare Pavese

Annunci

10 commenti

Archiviato in Arti e mestieri

10 risposte a “Nidi di ragno

  1. Giuse Oliva

    Pavese fa auto analisi?

  2. Un libro meraviglioso a parere mio!

  3. Pavese me lo ricordo noioso, o sbaglio? Nidi di ragno non l’ho letto, è da non perdere?

    • Il sentiero dei nidi di ragno è il primo romanzo di Calvino. Pavese consiglia solo la casa editrice di pubblicarlo.

      • Avevo capito, erano due domande diverse. Pavese ti piace? E poi, di Calvino ho letto i soliti romanzi scolastici ma non questo, e avevo in mente di leggere qualcosa di più, mi consiglieresti “I sentieri dei nidi di ragno”?

      • Sorry, Lisa. Pavese mi hanno sempre detto tutti che è noioso, e quindi non mi sono mai avvicinato ai suoi scritti. Anch’io di Calvino ho letto i soliti romanzi. Non so che dirti. Pavese lo consiglia… se poi non ti piace te la puoi prendere con lui. Però un esordio è quasi sempre imperfetto. Dovresti chiedere a chi qualche commento più in là ha scritto che l’ha letto ben tre volte. Dille che ti mando io per un consiglio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...