Buonissimo me (consigliata la lettura)

owlscute

Qualche giorno fa ho scritto che in rete leggo nei blog degli aspiranti scrittori racconti «brutti, bruttissimi», che sarebbe bene pensarci due volte prima di pubblicarli, rovinandosi la reputazione in vista del romanzo d’esordio, che non sarei certo invogliato a comprare dopo aver assaggiato l’antipasto che mi si presenta sotto forma di narrativa breve.
Scrivere un racconto non è affatto facile, perché richiede che in poche pagine si dia il massimo delle proprie capacità letterarie e stilistiche. Un po’ come nel gioco della dama rispetto agli scacchi quando si gioca da professionisti: poiché le possibilità di mossa sono limitate, l’errore salta subito all’occhio, mentre negli scacchi un grande scacchista può sempre sperare di recuperare durante la partita, in genere più lunga, articolata, fantasiosa e imprevedibile.
Quel brutto, bruttissimo però potrebbe anche non riguardarvi, e tutto sommato non dovreste considerarlo un dato di fatto, ma solo una provocazione a fin di bene, vostro. E anche mio, nel ruolo di lettore. Non fidatevi del mio giudizio negativo (dico qualche bugia a volte), ma neppure del giudizio positivo altrui (ne dicono tante gli altri quasi sempre).
E a riprova che non sono poi quel cattivissimo me che io stesso dico di essere, vi dimostro quanto sappia apprezzare la prosa altrui, quando lo merita. Vi segnalo così, se già non ve ne siete accorti voi, due racconti particolarmente ben scritti, letti in questi giorni.

Il primo è in un blog che non frequento se non saltuariamente: Briciola nel latte. Negli ultimi giorni ha scritto un racconto, Nuvole, che sa di favola, partendo da un’idea semplice ma sviluppata fin dove era possibile. Come una pedina a dama che sa quali mosse si possono fare e quali no, e non tenta improbabili varianti che fanno crollare il tutto. Una prosa rigorosa dal punto di vista stilistico – niente sbavature – e con una certa poesia dai confini indefiniti, che lascia perciò spazio alla fantasia e all’interpretazione di chi legge. Alla base di tutto, ovviamente, un’idea forte e un finale calibrato alla perfezione. Da leggere.

Completamente diverso, invece, Il flauto che ho trovato sul Taccuino dello scrittore, un blog che frequento abitualmente, e una blogger che mi dà tante soddisfazioni partecipando – a differenza vostra – a qualsiasi sfida stilistica le chieda di affrontare. All’opposto di Nuvole, racconto fantastico, qui siamo immersi nella Storia, non nel senso di una trama immaginaria, ma purtroppo nella cronaca terribile degli anni 90 a due passi da casa nostra, e che sarebbe meglio non dimenticare, specie in questi giorni di spostamenti di popoli da una parte all’altra del Mediterraneo in cerca di una vita migliore.
Mischiando fantasia e testimonianze reali, Il flauto ci catapulta nell’orrore e nella morte veri, che per fortuna riescono ancora a toccarmi in modo profondo e a ricordarmi che uno scrittore che non possieda anche una dimensione civile e una profonda sensibilità non generica nei riguardi di chi incontra per strada, difficilmente potrà con la sua scrittura commuovere, sia nel senso transitivo del verbo di provocare passioni o sentimenti di affetto e tenerezza, sia nel senso intransitivo pronominale di essere turbato da emozione. Da leggere.

Annunci

5 commenti

Archiviato in Moleskine

5 risposte a “Buonissimo me (consigliata la lettura)

  1. Che bella sorpresa, questa mattina! Troppo buonissimo te!
    Riuscire a trasmettere un’emozione non è sempre facile, io ho solo sciolto un nodo che mi si era, ancora una volta, formato in gola al pensiero di certi drammi così distanti da noi.
    Grazie, Helgaldo.

  2. Ti ringrazio molto per la tua critica attenta. E mi piace ancor di più perché hai saputo leggere tre le pieghe del racconto.
    Complimenti per il tuo blog e per il servizio lodevole che fornisci.

  3. Briciola, se non ho capito male, scrive per professione. Il che rende ancora più giustizia a Marina.
    Tra l’altro, a mio giudizio, il racconto di oggi di Briciola è anche migliore di quello che hai segnalato 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...