Cristo ha proseguito

foto_croce

La giornata vacanziera odierna è stata caratterizzata da leggeri spruzzate di pioggia per nulla rinfrescanti. Le gocce stentate e calde hanno avuto come unico effetto quello di allontanare i turisti accalorati dall’immersione in mare, spingendoli a vagare come relitti umani lungo strade e stradine del paese che li ospita.
Anziché unirmi alla marea peripatetica, ho preferito però darmi a lettura alte, cioè Chi.
La copertina di questo numero della Crusca dei vip – per solo un euro – mi propone very scoop, che poi siano anche veri è un’altra faccenda. Ma il verbo di Signorini è sicuramente la bussola ufficiale della cultura italiana odierna: per sapere dove stiamo andando, e soprattutto dove finiremo, in quanto scrittore non posso ignorare i temi lanciati dalla sua rivista se voglio che il mio futuro romanzo racconti uno spaccato veritiero della nostra cara Italia.

Anche se la copertina del numero in edicola questa settimana punta tutto sulle immagini scandalo di Gisele Bündchen, che in effetti entra in burqa nella clinica estetica – è scandalosa la circostanza che appaia per una volta vestita dalla testa ai piedi –, della bibbia di Signorini mi colpisce il filo che unisce le nozze di Scialpi (ex cantante sanremese degli anni 80), che a fine mese si sposerà in America con Roberto, al matrimonio celebrato in questi giorni alle isole Borromee tra Beatrice Borromeo e Pierre Casiraghi. Non vi svelerò naturalmente chi sia Roberto, lo scoprirete solo acquistando Chi, e già vi vedo correre in edicola bramosi di sapere.
Però vi informo che Signorini, o Chi – che poi è la stessa cosa – si chiede in un imprevisto rimorso di coscienza, se queste nozze «reali» non siano uno schiaffo alla povertà e alla crisi che perseguita gli italiani, dato il lusso sfrenato che le ha contraddistinte; all’opposto, Scialpi e Roberto opteranno per una cerimonia «low-profile». Meno male. Almeno i gay, a differenza dei nobili, fanno parte del popolo italiano in crisi nera. Resta poi da capire se PR è il nome o la professione di Casiraghi (questo Chi non ce lo dice) e se il rimorso di coscienza dell’Alfonso nazionale non sia controbilanciato dall’esclusiva giornalistica ottenuta per il servizio fotografico. Domande a cui il vostro umile Helgaldo non sa rispondere.
Ma nel lasciarvi non posso non sottoporre alla vostra attenzione il brillante incipit dell’editoriale di questa settimana: «Cari lettori, care lettrici, se, come me, pensavate che “la zuppa di nozze” si fosse fermata a Venezia anziché a Eboli, vi siete sbagliati di grosso».
Vedete che ho ragione, la cultura italiana sta cambiando. E il suo nuovo messia è Signorini. Ero rimasto che a Eboli Cristo si fosse fermato. Mi sbagliavo. E che alle nozze avesse provveduto, oltre al resto, anche alla zuppa non lo sapevo proprio.

Annunci

9 commenti

Archiviato in Moleskine

9 risposte a “Cristo ha proseguito

  1. Novella 2000, Chi, siamo lì! Dunque l’hai fatto: sei passato ai gossip, il miglior modo per ovviare alle brutte giornate.
    Scommetto che per scrivere Bundchen con quella ü e l’h hai letto e riletto il nome sulla copertina almeno cinque volte! 😀

    Buona permanenza! (ormai mi aspetto un aggiornamento quotidiano).

    • Hai ragione, e ti ho risparmiato il servizio su Corona che lava i piatti da don Mazzi (sempre in esclusiva per Chi) e Belen che le se gode sullo yacht col suo ex marito. Ma sempre con un malinconico pensiero per Fabrizio, unico suo vero amore (quest’ultima affermazione, per la verità, è – ho origliato – della mia vicina d’ombrellone di sinistra alla sua vicina d’ombrellone di sinistra. Quasi uno scoop).

    • Novella 2000 sta a Chi come Cinquanta sfumature ai Malavoglia.

  2. Sono in partenza, ma prima passo dall’edicola, devo sapere chi è Roberto! 😉

  3. GenioChiara

    Azz… ma Casiraghi non era un giocatore di calcio??? Non ho idea di chi siano tutti ‘sti tipi citati… non vedo l’ora ricomincino le domeniche pomeriggio con Barbara D’Urso… così sto al passo coi tempi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...