Umanità elementare

foto_giornale_hd_2

In America un certo Snyder, trovandosi a viaggiare da solo in automobile dalle parti di Miami, venne colto da malore per una crisi acuta di diabete. Trovò tuttavia la forza di parcheggiare in uno slargo dell’autostrada e di accendere le luci di emergenza per chiedere soccorso. Il torrente di macchine seguitò a sfrecciargli accanto, senza nemmeno rallentare. Solo dopo un paio d’ore una si fermò. Ne scesero due uomini che spogliarono del portafogli il disgraziato in semi-coma, ripartirono, tornarono, e gli presero anche l’orologio e un anello. L’ambulanza sopraggiunse dopo altre ore, sollecitata per telefono da una donna che si era rifiutata di declinare il proprio nome.
Questa piccola notizia è una tranche de vie, un esemplare condensato del nostro tempo e dei suoi costumi. Non ci manca nulla: nemmeno il bisogno di coprire con l’anonimato, come alcunché di sconveniente e pericoloso, un gesto di elementare umanità.

Indro Montanelli, Contro corrente, 21 ottobre 2015

Annunci

5 commenti

Archiviato in I colpi di penna di Indro

5 risposte a “Umanità elementare

  1. Povero Indro, coperto da plagi e plagiatori…

  2. Secondo me la donna che ha chiamato è la stessa che ha rubato, ecco perché è voluta rimanere anonima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...