Roma, i corpi, gli anticorpi

foto_giornale_hd_1

Liana e Miki, due spregiudicate ragazze tedesche del genere che i nostri padri romani chiamavano veneri pandemie o anche vergini quadrantarie, hanno avuto una bella idea per sfuggire alla persecuzione della polizia di Friburgo in Brisgovia. Diffidate a non pubblicare più i loro amorosi richiami fra gli annunci economici dei giornali, li hanno affidati agli striscioni trainati da due aerei pubblicitari. Nomi e numeri di telefono: chi vuol capire capisce. Speriamo che la trovata non si diffonda in Italia e specialmente a Roma: ne deriverebbero problemi insolubili di traffico aereo.

Indro Montanelli, Contro corrente, 5 novembre 1975

Annunci

1 Commento

Archiviato in I colpi di penna di Indro

Una risposta a “Roma, i corpi, gli anticorpi

  1. Pretendono sesterzi, assi o quanto
    codeste vergini: di sé fan vanto.
    ma quadrantarie son: vanno all’incanto
    col corpo suo, se tanto mi dà tanto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...