Licenza di uccidere anche a me

foto_pistola

Questa cosa, che se uno vuole, se proprio lo desidera, può vestirsi da 007, con lo smoking bianco o nero, uguale uguale a quello che indossa Daniel Craig interpretando l’agente segreto con licenza di uccidere al servizio di sua Maestà britannica, nell’ultima rappresentazione cinematografica nelle sale in questi giorni, mi ha colpito. Non solo. Ci si può mettere al polso l’orologio di 007, guidare la sua auto, forse anche frequentare le Bond girl. Basta avere i soldi.
La gara alla sponsorizzazione di ogni elemento della vita di un personaggio immaginario nato dalla penna di Ian Fleming ha subito un’accelerazione, e la sensazione che la vita di Bond diventi sempre più avventurosa di film in film per appiccicargli addosso sempre più prodotti, dalle scarpe alla lozione per capelli, mi pare manifesta.

Piacerebbe anche a me creare un personaggio di fantasia a cui poi tutti possano abbinare i loro prodotti. Ci riuscirei senz’altro se potessi scrivere su delle pregiate Moleskine, vergando le sue imprese con penne Mont Blanc, e poi trasferire il tutto in digitale, su un Mac ultima generazione. Ma non lo posso fare, mancando di tutte queste cose. Se qualcuno vuole sponsorizzare la mia creatività con diritto di prelazione sul personaggio, io sono qui. Dimenticavo: sono molto più creativo quando gusto un San Daniele stagionato. Poi non dite che non l’avevo detto.

5 commenti

Archiviato in Fenomeni editoriali

5 risposte a “Licenza di uccidere anche a me

  1. Sìììì, anch’io voglio cedere il mio personaggio a una linea per l’infanzia: “Natallia” quella con 2 L.
    Vestiti, giochi, accessori!

  2. miscarparo70

    Siccome che già scrissi
    un bel libello porno,
    di quelli belli fissi
    che nun ci vanno a torno,

    prometto buca e forca
    si nun pagate dazio
    a me che della sorca
    gestisco il sacro offizio.

  3. Persino i miei personaggi sono poco modaioli e non accetterebbero sponsor.
    Non me ne va bene una.
    😦

    • Immaginate voi convincere, che so, Sherlock Holmes a mettersi addosso quello che non vuole, vi getta giù dalla prima cascata con due colpi di Bharitsu (o come diavolo si scrive)

      • Non avevo pensato a Sherlock Holmes, forse l’unico che nell’immaginario può stare alla pari con James Bond. La sua fortuna è di essere ambientato in un periodo storico definitivamente passato, mentre 007 è giunto cinematograficamente fino ai nostri giorni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...