Rapporti occasionali per cuori forti

foto_cuoricini_hd

Quando dobbiamo decidere come qualificare un nome accostandogli un aggettivo, corriamo sempre il rischio di cadere in un cliché, scegliendo pigramente in automatico coppie di parole abusate nel linguaggio comune. Non è sbagliato, si può fare ovviamente, ma uno scrittore dovrebbe sempre sforzarsi di esprimere lo stesso concetto in modi nuovi, per evitare quella sciatteria tipica della scrittura giornalistica e quotidiana, che non dovrebbe entrare nella scrittura di un romanzo. Senza rischiare, non è nemmeno il caso di dirlo, di cadere nel rischio opposto, una scrittura cioè bizzarra e illeggibile, che cerca la novità fine a se stessa. Quindi un po’ di originalità ok, ma senza finire nel ridicolo.

Nel post di ieri ci siamo concentrati, per gioco, sulle coppie di sostantivi più aggettivi che ho definito «scoppiate»: formule logore che col tempo hanno perso lo smalto iniziale, non danno più emozioni, suonano banali. Anzi non suonano nemmeno.

Riporto qui sotto l’elenco delle coppie in crisi, le prime che ci sono venute in mente. Come a uno di quegli incontri dove uomini e donne in tre minuti devono scegliere l’anima gemella (anima gemella è un altro di questi accoppiamenti automatici), facciamo oggi ruotare i sostantivi e gli aggettivi di ieri. Provate a inventare dei brevi e ipotetici incipit ad altrettanti ipotetici romanzi o racconti, dove una nuova coppia dà il timbro, il valore, la forza espressiva alla frase. Ne leggerete delle belle, magari partirà da lì la vostra prossima narrazione.

 

Killer spietato
Amore impossibili
Cittadina ridente
Attesa snervante
Circo mediatico
Nemico giurato
Quieto vivere
Osservato speciale
Cuore infranto
Parole scontate
Taglie forti
Gioco sporco
Minimo storico
Atti osceni
Posto fisso
Criminalità organizzata
Maniere forti
Giornata uggiosa
Anima viva
Testa calda
Vicolo cieco
Notte fonda
Cuore d’oro
Sorriso smagliante
Neve candida
Gioventù bruciata
Aria frizzante
Male incurabile
Noia mortale
Acqua cristallina
Delitto efferato
Clima rovente
Dolore lancinante
Tormentone estivo
Rabbia cieca
Oscuro presagio
Mente malata
Ricchi premi
Lacrime amare
Studente modello
Voce suadente
Silenzio assordante

Che la felicità dura un attimo è confermato dalla neve malata sui marciapiedi in città.

Che la neve possa essere malata chissà quando mi sarebbe venuto in mente in questa vita… scambio di coppia tra neve candida e mente malata.

Annunci

36 commenti

Archiviato in Moleskine

36 risposte a “Rapporti occasionali per cuori forti

  1. Grilloz

    Qui ha nevicato da poco, la neve è ancora sana come un pesce 😛
    Ok, poi provo ad incipittare (raddoppia la t, vero? Anfuso/Serianni, dove sei?)

  2. Grilloz

    Parole infrante, abbandonate dal gioco scontato di un cuore sporco.
    Carino questo gioco da scambisti 😀 partecipanti:
    Cuore infranto, Parole scontate, Gioco sporco

  3. Grilloz

    La sua anima era uggiosa come quella cieca giornata di fine autunno. Dal vicolo vivo provenivano gli schiamazzi del mercato.

    Attori e interpreti:
    Giornata uggiosa, Anima viva, Vicolo cieco

  4. Un male caldo si era insinuato nel cuore sporco di Kevin, killer speciale di quinta categoria. Non erano gli atti forti, la sua specialità, ma i delitti osceni: quelli che nella notte smagliante prendono un nemico impossibile e gli fanno piangere lacrime d’oro. Quelli che trasformano i delitti ciechi in criminalità candida.

  5. Grilloz

    In quella notte smagliante una gioventù incurabile vagava con quel suo sorriso bruciato portando con se un male cristallino fondo come l’acqua del Pacifico.

    Con la partecipazione straordinaria di:
    Notte fonda, Sorriso smagliante, Gioventù bruciata, Male incurabile, Acqua cristallina

    E qui mi fermo 😛

  6. Grilloz

    In quella sporca notte sentiva lo stesso il suo cuore smagliante.

    Visto che erano già a rischio di scoppiare 😛

  7. Già detto, lo ripeto volentieri CIELO CROCCANTE Jennifer Egan per me molto evocativo con la giusta originalità

    • A volte è soggettivo, cielo croccante non mi convince. Un tuono in lontananza potrebbe essere croccante, per l’onomatopea. Non riesco a immaginare una qualità del cielo che mi faccia dire che è croccante.

  8. La gioventù è incurabile.
    Lo penso ogni volta che entro in classe e osservo i miei alunni. Ci sono lacrime scontate che si devono per forza versare, sogni snervanti che vanno comunque inseguiti e amori amari da cui nessun consiglio può salvarci. Non ci si può vaccinare preventivamente dalla gioventù. Bisogna attraversarla per forza, come un’influenza che passa solo quando decide di passare, fregandosene dei farmaci o dei rimedi della nonna. E che, come certe influenze, qualche volta ancora uccide.

  9. Si compiono atti mortali pur di sfidare la noia oscena di un’esistenza prigioniera di se stessa.

  10. Incipit di un noir che non saprei scrivere:

    Aveva il sorriso cieco e il cuore spietato di chi sapeva che un’attesa malata sarebbe finita in un gioco mortale, ma non si lasciò illanguidire dalle candide parole di lei e infierì nella notte viva sul suo corpo, uccidendo con esso anche il proprio amore incurabile.

  11. iara R.M.

    Sfoderò un sorriso uggioso: niente in quella giornata smagliante era andato come lei sperava. ^_^

    Ripasso dopo, se non crollo sul divano. 🙂

    • 😦 Questa è l’immagine del sorriso uggioso.

      • iara R.M.

        Sono stanca… con queste vi do la buonanotte!

        Guardò quel viso infranto da lacrime assordanti in un silenzio amaro che riempì la sua testa d’ aria sporca. Questa volta, neanche un cuore d’angelo come il suo avrebbe potuto perdonarlo.

        La noia rovente di quel pomeriggio fu disfatta da un tormentone lancinante in un clima mortale di afa e pessima musica.
        Quel dolore estivo, era solo all’inizio!

  12. E per concludere… sotto il cielo croccante di Sandra, consumo la mia noia scontata nutrendomi di aria sporca e acqua frizzante.

  13. Dai commenti che ho letto finora mi pare che i rapporti occasionali funzionino, o sbaglio?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...