Bella ballerina bolognese beve bourbon

foto_whisky_hd_2

Il commento odierno di Salvatore Anfuso al mio post di ieri sugli aggettivi utili a definire una buona prosa – avevo suggerito che dev’essere semplice e necessaria –, aggiunge una considerazione vissuta in prima persona, e che si avvicina all’ossessione profonda che accomuna gli scrittori con la esse maiuscola, e che non tutti mettono al primo posto quando si accostano alla letteratura. «Con Mozzi – dice Salvatore – facevamo un giochino: bella ballerina beve bourbon a Bologna. Ecco, questo giochino infantile riassume il tutto: uno scrittore è sostanzialmente uno a cui piace giocare con le parole».

Giocare con le parole, forse è questa la pietra angolare della scrittura. Se non ami giocare con le parole, cosa che invece avviene spesso in questo blog, non saranno i manuali di scrittura all’americana che ti sorreggeranno nell’impalcatura del libro. L’architetto del libro, lo scrittore, cerca geometrie perfette tra le parole, ed è questo l’intreccio base che rende il suo romanzo solido, che determina quel due più due fa cinque di cui abbiamo già parlato nei giorni scorsi.

Un anno fa, quando questo blog era ancora un puntino nell’universo web (non che ora sia cambiato di molto), avevo proposto un esercizio in stile Mozzi, che poi non è altro che Umberto Eco… Se siete scrittori sublimi, superbi, stratosferici, schilleriani scriverete storie sempre straordinarie… Solo Salvatore si arrischiò nella prosa in quell’occasione. Vi ripropongo di nuovo lo stesso gioco, almeno mi renderò così conto se nel frattempo il blog è cresciuto.

Chi volesse prendere confidenza con le regole del gioco può farci un salto, altrimenti giochiamo qui oggi con quest’altro incipit e una prosa rigorosamente in B.

«Bella ballerina bolognese beve bourbon…»

Chi gioca, anzi bighellona con noi?

Annunci

22 commenti

Archiviato in Dove vanno le parole

22 risposte a “Bella ballerina bolognese beve bourbon

  1. “Bella ballerina beve bourbon bretone, boia!” borbottò beato blogger, brandendo buzzurramente banconote.
    Bella ballerina brindò, briosa, buttando baci.
    Barista brizzolato broccolava, blandendo ballerina, bluffando blocco brache. Barista boccalone: bombarderai bocconcino bollente birbanteggiando borioso bompresso? Biascicherai, bifolco, bidonandola? Basta bighellonare!

  2. Seme Nero

    Bella ballerina bolognese beve bourbon, briosa brandisce bottiglia, balla bagnando brilli.
    «Bestia! Basta buttare biondo brodo!» brontola bestemmiando barista barese. Brandisce braccio brevilinea bionda, barcamenandosi bloccare brilla ballerina. Breve blocco: bistrattata bella bolognese boicotta baluardo barista, battersela balenando.
    «Baiocchi buttati…» biascica, beffato.

    (Ricordo un post simile di Salvatore, al quale risposi, più o meno un anno fa. Ora mi viene il sospetto che il suo fosse la risposta a cui ti riferisci.
    E, guarda un po’, io avevo scritto Balzane bubbole:
    http://wp.me/p5910w-2T)

  3. Mi piaceva di più la -S- del tuo vecchio post, così mi sono esercitata lì! 🙂

  4. Basta buttarci bi bisunte, becere babeliche baloccate, belanti bisbiglii… Be’, buon borbottio.

  5. – Bella bolognese, bevi barbera?
    – Beota! Bevo bourbon!
    – Bevi bourbon beata?
    – Bisogna bere! Basta bisbigli (di) bisbetiche bastarde benpensanti bistrattanti!
    – … Basta biascicare biasimi! Balliamo?
    – Ballo bollente?
    – Bollentissimo.
    – Balliamo.
    – Baciamoci.
    – Baciami!

  6. Mancavo solo io…

    Bella ballerina bolognese beve bourbon ballando bitonale blues by big band baronetti britannici (basso, banjo, batteria, bombardino). Benché bar-bunker blasonati Beatles, bollato by bigotti borghesia benpensante bettola boccaccesca, birreria bocche bollenti baldracche battone, bolgia bevitori Barbaresco Barbera Bonarda, bugigattolo bestemmiatori beoni, bisunti brilli bastardi.
    Becera beatificazione, brutta bugia… Birreria beveraggio birre bionde, balera boogie-woogie, bilocale bulli-ballerine, bucolico bivacco buonumore baldoria bolognese. Bazzicalo!

  7. iara R.M.

    Buonasera 🙂
    Bene, bravi. Bellissimi brani. Baci.

  8. Bella bambina biondina bergamasca beve bibita bananosa.
    Buona? Be’, banalmente bisognerebbe berla. Bimbi bergamaschi bresciani e baresi bevete bibite bananose!
    Buona? Buonissima.

  9. Babbo, berrei birra! Basta bibita bananosa!
    Brinda! Bimbo brindisino!

  10. Pingback: Thriller paratattico n. 35: liposcrivere il thriller – Scrivere per caso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...