Compagni di viaggio

foto_libro_inglese_3

«I libri non possono crescere se non trovano intorno una compagnia di libri coetanei e congeniali».

Italo Calvino

 

Annunci

3 commenti

Archiviato in Note a piè di pagina

3 risposte a “Compagni di viaggio

  1. Grilloz

    Quindi i classici coi classici e i moderni coi moderni?

    • Non mi spingo nella grande letteratura. Ai tempi, quand’ero giovane. leggevo una certa fantascienza: negli Oscar Mondadori ricordo, per esempio, Bradbury accanto a Simak e Sheckley; van Vogt vicino a Heinlein; Asimov, Clarke, Anderson; Finney con Whyndham. Certi libri e certi autori tiravano la volata ad altri, e mi muovevo da lettore per mezzo di romanzi simili, ma con delle varianti in grado alla fine di portarmi molto lontano dal punto di partenza. Se ognuno di loro fosse stato isolato, come avviene oggi con il self-publishing – dove ogni autore ha senso solo in rapporto alla propria produzione e non si rapporta con altri libri -, nessuno di loro avrebbe avuto il successo che ha avuto, ma solo lettori occasionali. Credo che questo processo si potrebbe ripetere per qualsiasi genere o scrittore classico o contemporaneo (tutti i classici sono stati contemporanei, o quasi, di altri: Dante, Boccaccio, Petrarca).

      • Grilloz

        Sì, vero, però a volte i più anziani fanno da maestri ai più giovani e gli indicano la strada 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...