Muraglie di vetro

foto_riflessi_vetro

«Gli scrittori sono artigiani che guardano al mondo, evitando di farsi travolgere dalla sua realtà. C’è come una muraglia di vetro tra l’artista e la Storia. Ed è magnifico che sia così, perché ciò consente all’artista di essere libero e di inseguire le proprie ossessioni».

Alessandro Baricco

Annunci

4 commenti

Archiviato in Note a piè di pagina

4 risposte a “Muraglie di vetro

  1. Io, invece, credo che l’artista sia uno che si fa travolgere dalla Storia prima di tutti gli altri, facendo la fine del canarinen delle Sturmtruppen.
    Però non sono Baricco.
    E, magari, me ne compiaccio pure.

  2. ahahah, sì appunto. Ho amato il Baricco prima maniera, Castelli di Rabbia e Seta mi sono piaciuti tantissimo, poi più. Infatti sono molto travolta dalla realtà, ma neppure io sono Baricco, direi. Hel, va’ che devi ancora fare i compiti nel mio blog, non scadono, ma ti aspetto. Baciuz e buon weekend

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...