Scritture noiose e no

foto_bucaneve

«Ho provato a seguire Masterpiece un paio di anni fa, ma già dalla prima puntata ho capito che non avrebbe mai funzionato: la giornata più pallosa dell’anno in una casa editrice è mille volte più eccitante e profonda di quella roba lì».

Nicola Lagioia

Annunci

6 commenti

Archiviato in Fenomeni editoriali

6 risposte a “Scritture noiose e no

  1. Grilloz

    Qualcuno, a parte lui, ha provato a guardarlo? Com’era?
    Comunque potrebbe sempre mettere una telecamera nella redazione di Minimum Fax 😛

    • Quello che dici è interessante. Devo ammettere che su Masterpiece ero scettico, e quando ho deciso di guardarlo dopo pochi minuti avevo già cambiato canale. Una noia mortale. Di scrittura non si può parlare in tv, è proprio il media a non essere adatto. Forse la radio, che si basa su parola e immaginazione, è più vicina ai temi della scrittura, ma la tv è l’anti scrittura per eccellenza.
      Piazzare delle telecamere fisse in una casa editrice darebbe vita a un Grande fratello editoriale con coltelli che volano tra saggistica e narrativa, tra scrittori ed editor, tra editor ed editor. Questo sì che sarebbe un format da provare, chissà… 🙂

      • Grilloz

        Tanti anni fa, ero poco più che un bambino, c’era “parola mia” https://it.wikipedia.org/wiki/Parola_mia che era più un gioco a premi che un talent (ma all’epoca la parola talent non era ancora stata coniata) ed oltre alle domande di grammatica i concorrenti erano chiamati a scrivere un pezzo, un articoletto o un raccontino, che poi veniva letto e votato. In quel modo per un po’ di tempo ha funzionato. Certo che guardare un gruppo di scrittori (aspiranti o traspiranti) seduti sui loro laptop non deve essere particolarmente interessante.
        Però qualche tempo fa su PescePiratA fu organizzato un talent, nella dimensione del forum fu divertente, ma a detta degli amministratori dell’epoca fu una faticaccia 😛 (chissà che prima o poi non lo riproporremo)

  2. Ne ho guardato qualche pezzo, ma trovavo molto irritanti i conduttori, più alla ricerca di casi umani che di scrittori. La scrittura forse si potrebbe raccontare in tv ma ci vogliono formule diverse, in ogni caso il vincitore non ha sfondato, nonostante il passaporto per Bompiani e un certo can can intorno al libro.

  3. Per fortuna non l’ho mai visto!

  4. iara R.M.

    Non saprei… mai visto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...