Il prezzo dell’arte

foto_giornale_hd_2

Cinquecento scalmanati dell’ultrasinistra hanno assalito domenica sera, a Milano, il cinema Diana, dove si programmava «Novecento, atto primo», ed hanno imposto la riduzione del biglietto da 2500 a 500 lire. La bravata è stata fatta in nome del diritto democratico alla cultura, al divertimento, alla ricreazione. E su questo non siamo d’accordo. Concordiamo invece sul prezzo attribuito al film di Bertolucci: ne basta e avanza.

Indro Montanelli, Contro corrente, 1 novembre 1976

Annunci

5 commenti

Archiviato in I colpi di penna di Indro

5 risposte a “Il prezzo dell’arte

  1. La cosa più interessante è che dopo 40 anni, con gli stessi soldi del cinema, ci prendi un caffè. Siamo passati dalla ricreazione, nel senso del divertimento, alla ricreazione, nel senso della merenda di metà mattina. Che tipo di ri/creazione faremo, tra altri 40 anni, con un euro e venti?

  2. tizianabalestro

    Come trovi i pezzi di Indro Montanelli? Se si può dire.

    • Provengono da una raccolta privata che ho la possibilità di consultare.

      • tizianabalestro

        Grazie. Che bello. Una grande fortuna.
        Se riesco, mi voglio far regalare Storia d’Italia di Montanelli e Gervaso.
        Me lo avevano promesso, vediamo.
        Montanelli è un grande e Gervaso l’ho scoperto tardi.
        Mi ha sorpreso piacevolmente quest’ultimo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...