Dimenticarsi

«Un cattivo scrittore è chi si esprime tenendo conto di un contesto interiore che il lettore non può conoscere. Per questa via l’autore mediocre è portato a dire tutto quello che gli piace. La grande regola sta invece nel dimenticarsi in parte, a favore di un’espressione comunicabile. Questo non può avvenire senza sacrifici».

Albert Camus

Annunci

2 commenti

Archiviato in Arti e mestieri

2 risposte a “Dimenticarsi

  1. Eleonora

    Prendere qualcosa di autobiografico e renderlo fruibile vuol dire modificarlo, e così facendo sembra di venire meno alla realtà da cui quel qualcosa deriva. Sembra di tradirsi, quasi.

    • L’autobiografia, di per se stessa, è già una modificazione dell’Io. Si ricordano o raccontano alcuni episodi della propria vita, trascurandone altri. A questo punto tanto vale riuscire a comunicare anche ai lettori oltre che a se stessi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...