Archivi categoria: Note a piè di pagina

Curiosità editoriali e riflessioni su argomenti vari

Una giornata della vita

foto_bambina_prato

Il foglio bianco mi spaventa. I pezzetti di carta, invece, il bordo dei giornali, le scatole di sigarette vuote mi ispirano, come mi ispirano i piccoli avvenimenti, le cose di poco momento, i pompons di cui è piena una giornata della vita.

Marcello Marchesi

3 commenti

Archiviato in Note a piè di pagina

Per questo post titolo cercasi

foto_gente_tramonto_hd_3

«L’unico modo di parlare del niente è di parlarne come se fosse qualcosa».

Samuel Beckett

35 commenti

Archiviato in Note a piè di pagina

Mille libri

foto_libro_hd

«Non tutti i lettori vedono le stesse cose, per fortuna, più è ambiguo un libro, più chiavi di lettura offre. Qualsiasi lettore può trovare in un libro qualcosa di personale, che lo riguarda. Lichtenberg diceva una cosa bellissima, che il libro è come uno specchio, quello che trova un profeta non può trovarlo un asino. Calvino, che io amo molto, diceva che un classico è un libro che non ha mai finito di dire quello che ha da dire, i grandi libri sono inesauribili, non finiscono mai».

Javier Cercas

1 Commento

Archiviato in Note a piè di pagina

Da tre a due dimensioni

foto_piramide

«Con la testa nell’iPad non sei in 3d. Sei piatto».

Giulio Rapetti «Mogol»

5 commenti

Archiviato in Note a piè di pagina

Le tre regole per un romanzo

foto_tre_pesciolini

«Le ricette vanno bene solo per la cucina, non certo per la letteratura. Penso che sia vano cercare di spiegare un successo letterario o cercare di razionalizzarlo. Concordo con William Somerset Maugham che ha affermato: Ci sono tre regole da rispettare per scrivere un romanzo. Purtroppo però nessuno le conosce».

Guillaume Musso

15 commenti

Archiviato in Note a piè di pagina

Allegoria da decifrare

foto_tre_pesciolini

«Ci sono due pesci che nuotano e a un certo punto incontrano un pesce anziano che va nella direzione opposta, fa un cenno di saluto e dice: “Salve, ragazzi. Com’è l’acqua?”. I due pesci giovani nuotano un altro po’, poi uno guarda l’altro e fa: “Che cavolo è l’acqua?”».

David Foster Wallace

34 commenti

Archiviato in Note a piè di pagina

Concessione poetica

foto_lamponi

«Ogni poesia è misteriosa: nessuno sa interamente ciò che gli è stato concesso di scrivere».

Jorge Luis Borges

10 commenti

Archiviato in Note a piè di pagina

Letteratura delle sconfitte

foto_condominio

«La gente ha bisogno di sentirsi raccontare la realtà in cui vive e il noir racconta la strada molto più della narrativa mainstream, orientata ai palazzi, intesi come saghe familiari, e quindi alle problematiche riguardanti i singoli individui anziché la società di cui tutti facciamo parte. Poi si dice che la storia parli delle vittorie, mentre la letteratura delle sconfitte e questo un po’ aiuta».

Maurizio De Giovanni

2 commenti

Archiviato in Note a piè di pagina

Mondi a sé

foto_stella

«Ogni editor è alla ricerca di un assoluto, del manoscritto che palesi immediatamente il genio. Vale a dire quello stile particolare, quell’evidenza di un punto di vista, i suoni e i colori di un mondo a sé, quella regalità».

Claire DeLannoy

12 commenti

Archiviato in Note a piè di pagina

La buona narrativa

foto_libro_hd

«La buona narrativa è definita, in larga parte, dal suo rifiuto di offrire le facili risposte dell’ideologia, le cure di una cultura terapeutica. O i sogni tranquillizzanti dell’intrattenimento di massa».

Jonathan Franzen

Lascia un commento

Archiviato in Note a piè di pagina