Lettore fortissimo

boccaccio1

Quanno s’ariva a fine anno ce stanno tutti gli anni ‘sti bloggher rompicoglioni che me fanno ‘sto specifico post per famme l’elenco de li libbri che se so’ magnati nel dumilasedici. C’è chi ne ha magnati diciotto. Chi trentacinque. Chi settantadue.
Me pare ‘na scusa pe’ gonfiarse tutti de superbia, pare la Raggi con tutto il direttorio maggico, e pare dicano, non tanto a tutti li artri bloggher quanto ar sottoscritto, che loro diversamente dar sottoscritto sono dei lettori forti.

Secondo l’Aje, che non è artro che la combriccola degli editori più piagnoni che ce stanno, e che ripete come ‘na litania che si vendono troppi pochi libbri, non sanno dire artro, er lettore forte è quer lettore che in un mese se divora un libro. Perciò se loro so’ lettori forti, vorrà di’ che io so’ fortissimo, che nel dumilasedici me sono alimentato la capoccia con un libro solo.

Me ricordo che quest’anno a marzo me so’ deciso a leggere er Decameron. Er Decameron è un libbro che parla de mignotte, Calandrino e Buffalmacco, e dura dieci giorni, seconno chi l’ha scritto. Ma a me non me risulta, perché io sto ancora a leggerlo, me mancano du giorni, ma non dei miei, dei suoi, che fanno all’incirca centotrenta paggine. Te devo da’ quindi ‘sta notizia che te darà un po’ de sconforto. Me sa che ‘sto Decameron slitta ner dumiladiciassette. E quindi te ritrovi anche ner dumiladiciasette che te parlo de ‘sto libro de racconti de mignotte.

Me so’ fatto anche l’idea che startri bloggher di cui sopra se riuniscono in gran segreto verso maggio-giugno e se mettono d’accordo, come ‘na cospirazione per avvelena’ er papa, pe’ famme ‘sto scherzetto verso Natale. Vogliono famme senti’ ‘gnorante. Quelli, diciamo, più tecnologgici de ‘sti bloggher infami, se sono inventati pure ‘sto fatto della barra che se riempie durante tutto l’anno de libbri che si sono letti, che pare un daunlod che gl’entra ner cervello. Quanno la barra è piena non ce stanno più libri nella capoccia. Questo pe’ famme senti’ ‘gnorante a percentuale. Trenta per cento a marzo. Sessantatré per cento ad agosto. E a Natale, ‘gnorante cento per cento.

Quarcuno, pur de famme senti’ più ‘gnorante der ministro de li Beni curturali, s’è inventato che s’è letto pure er libbro de quer pittore austriaco mezzo matto che poi ha dichiarato guerra ar monno, che adesso so’ passati tanti anni e i suoi pensieri, che sono pensierini tipo un blog, ma più noiosi de quelli der self-publishing, che non ce se crede se non se vede, che ora s’è potuto ristampare legalmente senza che t’accusano che sei nostalgico del passo dell’oca. Pure questo pur de famme senti’ ‘gnorante peggio dell’oca.

Perciò l’elenco de li libbri che ho letto io nel dumilasedici è er Decameron all’ottantasei per cento.

E mo’ te faccio pure ‘na domanda, perché ‘sti bloggher fiji de ‘na mignotta te fanno pure la domanda pe’ farte senti’ ‘gnorante: quanti libbri non te sei letto nel dumilasedici?

Advertisements

28 commenti

Archiviato in Leggere

28 risposte a “Lettore fortissimo

  1. Come dice Zalone: “Siamo lettore fortissimi”.

  2. Tiziana

    Hahaha…. scusa. Mi riprendo e rispondo.

  3. Tiziana

    In qualche punto non è romano al 100%, forse all’86%😛😀 (giochiamolo secco sulla ruota di Roma) 😁
    E poi con “daunlod” ti sei superato. Giuro sto morendo dal ridere, mi fanno male le mascelle.
    See er mejo. Nu me so letta er 86% de libri de tutto er cucuzzaro.
    Che volemo fa, na società? La banda de li gnoranti. E ‘namo.
    A regazzì, nun me la racconti giusta. See de Roma e nu lo diche. Te possino.
    P.s= sono meticcia, sento diverse sfumatura in zona. Se non è romano puro, abbiate pazienza, ho troppo influenze dialettali. 😀

  4. ” ‘gnorante a percentuale “.
    Standing ovation. 😀

  5. Fratè Helgaldo, sò contenta de nun esser da sola, in sto cleb de li ‘gnoranti a percentuale, che leggono li libbri senza aver mai armeggiato ne lo sito dei guds rids… 🙂

    • Beati voi, che siete ignoranti a percentuale. Io coi libri vado ancora a chili; quello che mi frega davvero, però, è che compro digitale.

    • Tiziana

      Dalla pronuncia veniamo tutti da Roma in su..😂😂😂

      • L’ufficiale di rotta di webnauta Simona è di Latina, aò!! 😉
        Per lavoro poi gestisco un paio di clienti romani, per cui spesso mi si mischiano gli accenti.
        Ma non facciamo i grulli, icchè i migliore dialetto è i Toscano! ‘un pe’ gniente c’avemo quel bischero di Dante i casa!

  6. Massimiliano Riccardi

    Ci vorrebbe una legge. Ammazzalli tutti sti’nfami. Vale se ne ho letto solo uno ma tante volte? 😀 Voglio dire… ci ho messo un po’ a decifrare le istruzioni per decalcificare la macchinetta del caffè…

  7. Io leggo, leggo tantissimo. Sono quella dei settantadue libri (diciamo)
    Ma vado a percentuale di memoria, non di lettura: di tutto quello che mi passa sotto gli occhi ricordo il minimo indispensabile. 😛

  8. Simona C.

    È che tu leggi in profondità, non in velocità.
    Io ho letto 7 libri (piaciuti quattro, soprattutto uno) e 1 Topolino a settimana con parodie, tra l’altro, di Don Chisciotte, Frankenstein e Amleto.
    I tre libri brutti mi hanno rubato il tempo per diventare meno ignorante, e uno non l’ho nemmeno finito.
    Il libro bellissimo, però, vale un anno di letture.

  9. iara R.M.

    Buon Natale Hell. 🙂

  10. Ahahahha! Io già ti adoro!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...