Romanzo d’amore

foto_fedi_oro

Bisognerebbe scrivere un romanzo d’amore intricatissimo, partendo da un’idea semplicissima: gli amanti vivono, tutto il resto è vita di coppia.

Annunci

44 commenti

Archiviato in Trame e personaggi

44 risposte a “Romanzo d’amore

  1. Grilloz

    Ma tipo porno-soft, o vanno a fare la spesa, pagano le bollette, litigano su chi deve lavare i piatti, vanno a letto e si addormentano a turno ecc. ?

    • Entrambi, fanno entrambi una doppia vita, così c’è più contrasto e intreccio. Altre idee?

      • Grilloz

        Basta far entrare in scena le suocere 😛

      • tizianabalestro

        Spiega bene e soprattutto che si fa? Lo scriviamo per davvero? A quattro, sei, otto mani? Gli amanti vivono vicini?
        Sono amici di vecchia data? Oppure si sono conosciuti per caso?
        Non puoi dare questi input di scrittura… poi mi ci butto a capofitto nel pensare alla storia.
        Mi sto già sentendo male.

      • Questo blog, diversamente da altri, lancia sfide per chi vuole sfidare con se stesso. Magari poi ti salta fuori un romanzo. 🙂

      • tizianabalestro

        Vivono ancora insieme marito e moglie ma lui ha già un’altra da qualche tempo. (Decidere dove e come si sono conosciuti marito e amante)
        Lei, in cambio, per anni ha trascurato il marito per (deciderlo)… e lui, stufo, non gli ha dato un ultimatum secco, ma l’ha sopportata e si è vendicato lasciandola sola quando lei ha scoperto che aspettava il secondo figlio della coppia e facendosi un’amante.

      • tizianabalestro

        Magari, sarebbe bello.

    • tizianabalestro

      Se entrano in scena le suocere diventa un giallo 😁

  2. Una storia di una coppia “perfetta” tutta sorrisi, non litigano mai. In realtà si sentono insoddisfatti, e cercano un “altro” rapporto, quello “veramente perfetto”. Si capisce da quello che pensano che quello che vogliono lo avrebbero già, tipo stessi ragionamenti o stesse simili conclusioni, punti di vista simili.
    Quello che vogliono realmente è che l’altro si esponga, agisca. Trovano dei nuovi partner che sono tutto ciò che vorrebbero essere e se ne innamorano perdutamente in segreto. Questi partner si incontrano casualmente, cominciano a criticare la sopracitata coppia, ne nasce un’amicizia che sfocia in grande passione, finalmente una coppia che sa osare. Ma dopo un po’ anche in loro nasce l’insoddisfazione. Anche loro inciampano negli ingranaggi della vita di tutti i giorni. Ancora non basta, cosa manca alla coppia per vivere un amore veramente completo?
    Vanno a una scuola di creatività dove insegnano a tirare fuori il loro io interiore più profondo, scrivono, dipingono, suonano e chi più ne ha più ne metta. Non devono innamorarsi delle persone ma delle idee e portarle avanti, questo ricco bagaglio sarà il prezioso contenuto che servirà a tenere vivo l’amore.
    … È solo un’idea…

    • Si parte sempre da un’idea, anche in amore.
      Forse il tuo romanzo prende una piega concettuale, cerebrale. Vira verso il romanzo-saggio. Altre idee?

      • tizianabalestro

        Vedi sopra…
        Lui se ne va di casa e inizia a frequentarsi con l’amante.
        Vede semprei suoi figli, è un ottimo padre. Solo si è spezzato qualcosa da troppo tempo tra i due sposi.
        La moglie vive per sé stessa, non ha certo tempo, né voglia di cercare un’altra persona; oltretutto ha due bimbi piccoli, uno dei quali addirittura di pochi mesi.
        Poi un giorno…

      • I due giovani andavano pienamente d’accordo; avevano, si può dire, i medesimi gusti e gl’identici sentimenti. Quando, per esempio, stavano in un caffè, dopo cinque minuti Camillo si curvava sull’orecchio di Marina e sorridendo, perché i circostanti non capissero – mormorava: «Se non la smetti di guardare quell’imbecille ti spacco la testa».
        E allungava un calcio alla gamba del tavolino, convinto di darlo allo stinco dell’amica.
        «Ahi!», esclamava lei, persuasa d’aver ricevuto il calcio nello stinco.
        E intanto sorrideva, lieta di una così violenta prova d’amore,

        Questo è Pasquale Festa Campanile in “Agosto moglie mia non ti conosco”. Non è l’incipit, ma penso che sia un buono stimolo da cui partire.

        Che ne dici? 😉

      • È uno di quei libri sempre lì in bella vista che mi devo decidere di leggere. Dico che si può provare. 🙂

  3. Va bene, ti regalo l’incipit:

    .
    .

  4. Belin non si vede niente, rifaccio. Incipit:

    – se tu mi amassi, ah se tu mi amassi.
    – Ma no che non ti amasso.

    • tizianabalestro

      Haha… per un attimo, invece del romanzo d’amore, pensavo a un giallo e già avevano il killer —> il coniuge stanco del partner 🙂

    • Mi sembra un romanzo ambientato in Romagna, tra balere e piadine. Ma poi l’amassa o non l’amassa?

      • tizianabalestro

        L’idea della balera o del ballo non è male come luogo per sviluppare l’intreccio amoroso.
        Sorbole! :p

    • Grilloz

      Hai scordato i verbi di dialogazione 😛

      • tizianabalestro

        Io o Massimiliano? 😛
        Che mancanza – scordò
        Sono antipatici (questi verbi) – odiò
        Da un odio, può nascere l’amore? – amò
        Stanotte me li vedrò come un brutto sogno – incubò 😜😛😜😛

      • tizianabalestro

        A: “What are you doing tomorrow?”
        B: “Nothing really.”
        A: “Let’s watch a movie or something.”
        B: “What’s on these days?”
        A: “I think they’re playing Lord of the Rings”
        B: “That sounds pretty good. Let’s watch that.”
        A: “Where should we meet?”
        B: “How about at the subway entrance.”
        A: “Aright. I’ll meet you there at one o’clock.”

        I miei dialoghi di stamattina (per fortuna senza verbi di dialogazione) 😛😜

        Divagazione di tema…😁 – divagò

  5. tizianabalestro

    Io invece direi una coppia che è già scoppiata e litiga tutti i giorni, ma per il bene dei figli, vivono ancora insieme.
    Che vadano entrambi a scuola insieme, non mi convince. Dici i due coniugi in crisi?
    Direi che debbano staccarsi, per poi ritrovarsi (se vogliamo che nella storia si ritrovino insieme).
    Io mi sto sentendo male, ho già una buona parte in testa.
    Tu mi odi lanciando queste sfide o non so come definirle.
    Poi parto di penna, lo sai (o non lo sai?)

  6. Gli amanti vivono. Tutto il resto è vita di coppia. I coniugi si lasciano vivere. È questo che volevi dire? Che noi non viviamo davvero, perché la banale accettazione dello status quo ci uccide? Perché finiamo per fare quello che tutti si aspettano che facciamo e dimentichiamo di fare ciò che vorremmo fare? Ecco, Ernesto, neppure mi ascolti…
    Un amante costringe al segreto e al sotterfugio e quindi a uscire dall’ordinario e tutto quello che è fuori dall’ordinario fa sentire vivi. Gli amanti non si amano l’un l’altro, amano il fatto di essere amanti. Se non fossimo sposati, Ernesto, ti gireresti, mi guarderesti, mi presteresti attenzione. E ti sentiresti vivo al pensiero che sei qui, sotto la veranda con la tua amante e devi prestare attenzione. Io stessa sarei una scelta e non un’abitudine.
    Ernesto… Dimmi qualcosa, alzati da quel dondolo, è così frustrante parlarti mentre mi dai le spalle…
    Se io fossi la tua amante non importerebbe la mia età o la mia bellezza. Ameresti te stesso e l’essere qui di nascosto, non me. E forse anch’io riuscirei ad amare quest’orrenda baita dei tuoi dove ogni estate finiamo per venire. E il fatto che rimani la sera sotto la veranda, seduto sulla sedia a dondolo a guardare le vette, mentre io lavo i piatti. Forse, se fossimo amanti e avessi scelto di venire qui, mi sentirei viva e amerei anche lavare i piatti…
    Ernesto… Però adesso alzati, inizia a fare freddo…
    Ernesto…
    Ernesto…
    Ernesto, cielo! Respira! Resiti! Dove caz.. ho messo il cellulare… Chiamo il 118!
    Non mi lasciare Ernesto!
    Non posso vivere senza di te!

  7. Grilloz

    Restando in tema. Ricordo che tempo fa uscì la notizia di una coppia di sposi annoiati i quali, ognuno all’insaputa dell’altro, si iscrivono ad un sito di incontri online, ognuno all’insaputa dell’altro inizia a chattare con una persona, a scambiare messaggi sempre più audaci, magari anche foto di parti intime. Ognuno all’inSaputa dell’altro decide di incontrare la/o spasimante virtuale e organizza un appuntamento al buio. Ognuno all’insaputa dell’altro si reca all’appuntamento, e qui incontrerà il coniuge.

    La storia reale finiva con la separazione e il divorzio, ma nella mia idea per questa storia il lieto fine è perfetto. I due, incontrandosi, si rendono conto che non possono fare a meno di amarsi e cercarsi, qualunque strada debba prendere il loro rapporto.

    Manca qualcuno che la scriva 😀

    • La stessa storia, in chiave comico-grottesca, ha coinvolto la vita coniugale di Fantozzi e moglie, che si ritrovano da amanti dopo essersi lasciati da coniugi. Perciò la tua storia funzionerebbe: quindi scrivila!

  8. Me ne è venuta in mente una che mi piace, ma non sono coniugi. Ho pensato a Salvatore 😉
    Lei adora i romanzi d’amore, soprattutto quelli che legge sulle riviste femminili. Lui scrive le storie ma si vergogna di firmarle con il suo vero nome perché essendo siciliano al cento per cento deve mantenere la sua immagine mascolina, insomma, lui ha pure una rubrica in uno di questi giornali dove si firma Fiorella qualcosa, ovviamente lei riempie casella di posta di lui, con confidenze, consigli e qualche critichino, ma il giusto, giusto per condire un po’. La direttrice del giornale si fa un vanto che i propri redattori rispondono a tutte le lettere delle lettrici…. la fan viene casualmente a contatto con la direttrice e… Sì ora vado avanti…
    ciao ciaoooo

    • tizianabalestro

      Mi piace

    • Grilloz

      “Ho pensato a Salvatore😉”
      Ho appena incrociato Salvatore, è diventato tutto rosso 😛

    • Aspettiamo la seconda parte… mi piace che i miei stimoli narrativi (peraltro sintetizzati in pochissime parole per lasciare che la vostra fantasia e tecnica si possa esprimere liberamente) vi spingano a giocare con le trame. Finirà che qualcuno di voi ne ricaverà un racconto interessante, e perché no, un romanzo. Altre idee?

  9. Ah, anche quella di Grilloz mi piace! Stavolta supero alla grande il mio obiettivo al Nano Camp GRAZIE! Siete tutti fantastici 🙂

  10. iara R.M.

    Quando si tratta di scrivere d’amore mi si blocca l’immaginazione.
    Applausi a Tenar.

  11. Bravissima Tenar, quando manco un giorno fate un sacco di cose belle.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...